banner-header

СНПЧ А7 Омск, обзоры принтеров и МФУ

beato, martire, n. a Lérida (Spagna) il 23 marzo 1892; prof. a Carabanchel Alto il 25 luglio 1920; m. a Madrid il 15 dic. 1936. Beatificato il 28 ottobre 2007.


(cfr. E. Valentini - A. Rodinò, Dizionario biografico dei salesiani, a cura dell'ufficio stampa salesiano, Torino, S.G.S., 1969, p. 146).


Dopo la professione lavorò come giardiniere nelle case di Orense, Gerona e Carabanchel Alto. Amava la sua vocazione, come lo attesta il suo spirito di lavoro e di pietà. Grande soddisfazione provava nel leggere le vite dei Santi. Il 20 luglio 1936 fu arrestato con i confratelli di Carabanchel Alto dai soldati rossi e condotto in prigione. Liberati per ben due volte, cercarono rifugio in un piccolo albergo, dove trovarono il direttore don Enrico Saiz. Gracia fu obbligato a cercarsi un altro nascondiglio, perché non sapeva dissimulare la sua condizione di religioso. Fu tradito dal padrone dell'albergo e condannato a morte. Non si conoscono le circostanze e il luogo dove essa avvenne. Il processo diocesano di beatificazione fu introdotto il 9 ottobre 1936.