banner-header

СНПЧ А7 Омск, обзоры принтеров и МФУ

2004 - Ai coordinatori e alle commissioni regionali di formazione (gennaio)

 

ESEMPIO DI CURRICOLO BIENNALE DI STUDIO PER LA 
FORMAZIONE SPECIFICA DEL SALESIANO COADIUTORE
 


I. CRITERI DI COSTITUZIONE DEL CURRICOLO 


* Per avere tempo per lo studio, la riflessione personale, l’elaborazione scritta e la condivisione a gruppi, si suggeriscono i seguenti elementi per la costituzione del curricolo

- 4 ore di lezione al giorno senza lezione al pomeriggio

- 5 giorni di lezione alla settimana

- 2 anni di studio

- 20 crediti al semestre e 80 crediti in due anni.


* Il curricolo è costituito da corsi che:

- hanno un loro proprio numero di crediti, ove il credito è costituito da una lezione settimanale per 12 o 13 settimane durante un semestre

- hanno una presentazione generale ed aspetti particolari in cui si privilegiano alcuni nuclei tematici, coerenti con la identità religiosa e laicale dei salesiani coadiutori

- sono 33, suddivisi in 7 aree, per complessivi 80 crediti

- richiedono un esame orale

- sono ciclici e si tengono ogni due anni.


* Per avviare gli studenti al lavoro scientifico, alla ricerca e alla capacità di elaborare testi scritti, al pomeriggio si possono tenere 4 seminari:

- un seminario di metodologia per studenti del primo anno

- un seminario per la tesina finale scritta per studenti del secondo anno

- altri 2 seminari comuni, di cui uno sulla teologia dell’ecumenismo ed uno sulle scienze sociali.


* Al termine del biennio si può conseguire un diploma in Scienze religiose. 


II. AREE DEL CURRICOLO E LORO CREDITI


1. Sacra Scrittura 12

2. Teologia sistematica 18

3. Morale 12

4. Pastorale 9

5. Spiritualità 6

6. Salesianità 8

7. Scienze umane 15

 


III. CORSI DEL CURRICOLO E LORO CREDITI 


1. Sacra Scrittura: 12 crediti e 6 corsi 

- Introduzione alla Sacra Scrittura 2

- Pentateuco e Libri storici 2

- Profeti, Sapienza e Salmi 2

- Sinottici e Atti 2

- Giovanni: vangelo, lettere, apocalisse 2

- Paolo, Ebrei, lettere cattoliche 2 


2. Teologia: 18 crediti e 7 corsi 

- Rivelazione e fede 3

- Cristologia e Mariologia 3

- Trinitaria e Pneumatologia 2

- Ecclesiologia e Sacramenti 3

- Antropologia e Escatologia 3

- Liturgia fondamentale 2

- Storia della Chiesa 2 


3. Morale: 12 crediti e 4 corsi 

- Morale fondamentale 3

- Morale sessuale e familiare 3

- Morale della vita 3

- Morale sociale 3 


4. Pastorale: 9 crediti e 4 corsi 

- Catechetica 2

- Teologia pastorale 2

- Teologia delle religioni 3

- Teologia della cultura 2 


5. Spiritualità: 6 crediti e 3 corsi 

- Teologia spirituale 2

- Teologia della vita consacrata 2

- Teologia del laicato 2 


6. Salesianità: 8 crediti e 4 corsi 

- Don Bosco fondatore 2

- Spiritualità salesiana 2

- Missione salesiana 2

- Pastorale giovanile salesiana 2 


7. Scienze umane: 15 crediti e 5 corsi 

- Comunicazione sociale 3

- Organizzazione e formazione del personale 3

- Psicologia sociale 3

- Sociologia del lavoro 3

- Sociologia dei processi culturali 3 


IV. CONTENUTI DEI CORSI 


* Circa i contenuti si possono trovare indicazioni nella nostra Ratio ai numeri 452 - 456 e 596 - 599. I titoli dei corsi sono riferibili a consolidate tradizioni accademiche; ciò facilita la individuazione dei contenuti, chiarisce la formalità metodologica dei corsi, aiuta la ricerca di manuali di e bibliografia. Questo vale in modo particolare per i vari corsi di scienze umane, che dovrebbero aiutare a costruire un approccio mirato alla realtà della società, economia e mondo del lavoro.


* I corsi di ecclesiologia e sacramenti, liturgia, storia della chiesa dovrebbero avere un’attenzione all’ecumenismo in termini sistematici, storici, liturgici; la teologia dell’ecumenismo potrà poi essere ripresa in un seminario, anche con la sottolineatura spirituale.


* I corsi di salesianità hanno bisogno di essere costruiti nella loro struttura formale e contenutistica. La pastorale salesiana ha bisogno di promuovere la sintesi tra la prospettiva progettuale e le esigenze del carisma. Sarebbe interessante dare consistenza ad una teoria del progetto e della progettualità, che dovrebbe essere coerente teologicamente, antropologicamente, eticamente, pedagogicamente, a cui le tecniche progettuali implicitamente rimandano.


* Per la spiritualità salesiana la lettura teologica e carismatica della storia è ancora difficile da chiarire e da mediare; ne vengono corsi che faticano a promuovere esperienze spirituali, incontri, letture; è lo stesso problema che poi si riflette sulla teologia spirituale. Sono questi i corsi di maggiore incidenza formativa sotto il profilo “affettivo”, nel senso del detto paolino “abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù” o della parola di don Viganò “siate imitatori di don Bosco come lui lo è stato di Cristo”.


* Si rileva oggi la grande importanza delle discipline della morale, per una corretta formazione della coscienza, per la capacità di discernimento etico, per la conoscenza delle attuali e sfidanti tematiche sociali e culturali.


* Nei singoli corsi si tratterà anche di trovare alcuni nuclei tematici particolari con attenzione all’identità vocazionale religioso e laicale.